Riproduzione

Ecco alcune nozioni di base che vi permetteranno di conoscere la storia del vostro cucciolo prima della sua nascita.....

La femmina può andare in calore dal 7° mese al 12° mese di vita, ma si consiglia di non accoppiarla al primo calore, perché non ha ancora terminato la crescita.

Il momento in cui accetta il maschio è circa dal 10° al 15° giorno dall'inizio del calore.

La gravidanza dura circa 63 gg e di solito non ci sono problemi, per il parto ha bisogno di avere vicino qualche persona conosciuta e di un posto tranquillo.

Quando saremo vicini al parto lo capiremo perché la sua temperatura si abbassa verso i 37° e da quel momento in avanti possono passare fino a 24 ore prima che la nostra maltesina inizi il parto.

Dopo alcune contrazioni fuoriesce il primo cucciolo avvolto nel suo sacchetto. La mamma libererà il cucciolo dal sacchetto rompendolo con i denti, taglierà il cordone ombelicale e mangerà la placenta; questo le farà aumentare la produzione di latte.

Così, a distanza di circa un'ora l'uno dall'altro nasceranno anche gli altri cuccioli: a fine parto la neo mamma li continuerà a leccare per molto tempo e li spingerà ad attaccarsi per prendere il primo latte - colostro -, importantissimo per le difese immunitarie.

Ma se qualche cosa va storta e la mamma non esegue queste operazioni, ciò spetta a chi assiste al parto, che dovrà tagliare il cordone ombelicale ad una lunghezza di circa 2 cm , disinfettarlo, legarlo.

Un parto normale dura circa 2-3 ore, che raddoppiano o triplicano se i cuccioli sono molti e se nascono a lunghi intervalli gli uni dagli altri.

Alcune volte capita che la mamma non abbia contrazioni o ne abbia poche e dopo un cucciolo o due non abbia più spinte; in questo caso dobbiamo far intervenire il veterinario.

Un altro problema che si può presentare è quello di un cucciolo che non esce perché si è posizionato di traverso... oppure la vagina non è sufficientemente dilatata. In tal caso dobbiamo correre dal veterinario che deciderà se fare un cesareo. In genere dopo 30 minuti di inutili tentativi, con il cucciolo visibile, si interviene.

I cuccioli dopo alcune ore dalla nascita si attaccano alla mamma, dopo 4-5 gg cade il cordone ombelicale, intorno ai 10-15 gg iniziano ad aprire gli occhi, verso il 20° giorno iniziano a vedere e verso il 25° giorno percepiscono i rumori.
Personalmente sono presente a tutti i parti, aiutando le mamme.
Le aiuto nel taglio del cordone ombelicale, legandolo, e asciugando il cucciolo, così la mamma si stressa di meno e si sente confortata dalla mia presenza. Ogni parto è diverso dall'altro e si vive sempre una nuova emozione, ma grande è la soddisfazione di essere partecipi di un evento così bello
Lo svezzamento non richiede particolari attenzioni se non quella di effettuarlo in modo graduale alternando poppate a crocchette bagnate. Se i cuccioli dimostrassero di non gradire con troppo entusiasmo le crocchette bisognerà invogliarli con omogenizzati nella quantità di un cucchiaino messo sopra le crocchette, o con carne di pollo o tacchino bollita solo in acqua e sbriciolata sopra le crocchette.

I miei cuccioli vivono in ambiente familiare, nella nursery c'è sempre un sottofondo di musica che rende il loro già dolce carattere ancora più amabile.

Una vostra visita sarà molto gradita.

Selezione

Allevare significa amare la razza che abbiamo scelto e cercare di far nascere cuccioli che rispondano il più possibile allo standard. Lo strumento che si usa è la " selezione" e cioè mettere in riproduzione solo quei soggetti che non presentino difetti sia morfologici che caratteriali. Alcune volte è doloroso ammettere che un soggetto in cui si sperava molto non riproduce in modo corretto, anche se magari ha una genealogia di tutto rispetto: l'unica strada da seguire è quella di non accoppiare più quel riproduttore.

Un buon allevatore prima ama la “ razza” dopo il suo “ cane”, posso capire che questa frase non vi piaccia, ma ciò ci permette di selezionare tenendo presenti due fattori: prima la salute, dopo la bellezza. Per arrivare a tutto ciò dobbiamo, oltre che selezionare i genitori, attenerci il più possibile allo standard di razza, studiare i loro pedigree e le loro caratteristiche e vedere quali accoppiamenti sono più favorevoli per aver un cucciolo prima sano e dopo bello.



I nostri cuccioli hanno il pedigree che ne attesta la tipicità e ne garantisce la genealogia .

Torna alla home